Marina Café Noir | Edizione 2006
587
portfolio_page-template-default,single,single-portfolio_page,postid-587,ajax_fade,page_not_loaded,,transparent_content,qode-theme-ver-13.5,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.5,vc_responsive
 

edizione 2006

Ma l’amor mio non muore (?)
La libertà, il futuro, la memoria

8 / 10 giugno
Cagliari

Ma l’amor mio non muore. Nel futuro. Nella memoria. Nella libertà.
Con l’aggiunta di un punto interrogativo, di un segno di interpunzione che s’interroga, che vuole interrogarci tutti sul mondo che viviamo, e su come la letteratura – e più in generale la creatività – possano migliorare la nostra vita.

Una citazione, o un campionamento – a meglio definire l’operazione di recupero e ricontestualizzazione di una frase evocativa a più livelli, come è uso nella musica elettronica e nelle culture di strada – che offre la possibilità di essere variamente interpretata, pur mantenendo un cuore vivo e inequivocabile di resistenza, e di passione, e di gusto per la prospettiva.

Ma l’amor mio non muore? L’Associazione Culturale Chourmo prova a chiedere questo, agli autori e agli artisti ospiti, sardi e non: se è possibile, oggi, pensare prima e raccontare poi la necessità del cambiamento, del miglioramento, attraverso la riflessione creativa sulla nostra storia, sul valore della libertà, sul bisogno di individuare prospettive future di convivenza e solidarietà.

Ma l’amor mio non muore è anche la chiusura di un cerchio, iniziato alcuni anni fa con il primo Marina Café Noir.
Un cerchio che ha voluto contenere gli argomenti, i luoghi e gli autori con i quali, anche attraverso il pretesto del nero, del genere noir, abbiamo provato ad interpretare e a interrogare la realtà, e la nostra storia e i nostri modi di vita.

Sono queste, sono ancora queste le coordinate offerte agli scrittori, ai musicisti, agli attori, ai performer, ai filmmaker e ai cittadini chiamati quest’anno a partecipare alla quarta edizione del Marina Café Noir – Festival di letterature applicate, che si terrà come è ormai tradizione a Cagliari, nel quartiere storico de Sa Marina.
E’ la richiesta di partecipazione ad un Festival anomalo, popolare e di confronto, che ambisce all’incontro creativo tra autori e fruitori, e tra autori e autori, e tra diverse parti della città e dei mondi culturali che ne fanno parte.

Quest’anno con un’ ulteriore apertura geografica, sia in termini di autori dalle diverse provenienze (messicani, canadesi, svedesi, francesi quelli auspicati, oltre che un maggior numero di italiani), sia in termini di spostamento della carovana del Chourmo in altre località, oltre a quella storica cagliaritana: verso la provincia, in diversi paesi dove, grazie agli accordi presi con la Provincia di Cagliari e alle realtà culturali locali, cercheremo di riprodurre le atmosfere e le situazioni del Marina Café Noir.

La formula rimane inalterata, quindi: produzioni inedite di spettacoli teatrali e musicali, reading, sonorizzazioni di testi, presentazioni di libri, incontri con gli autori, laboratori, installazioni, lezioni universitarie informali, mostre.

Poi, dall’anno prossimo, si cambia, forse. Poi dall’anno prossimo saremo cambiati noi, forse.
Ma non è detto. Il futuro latita, la memoria è incerta, la libertà un fantasma, a volte.
Ma l’amor mio non muore.

PROGRAMMA

GIOVEDI’ 8

h. 17.00 – Torino e colpi di pistola
Presentazione di “Uno a Testa” (Frassinelli), di Michela Volante.
Con Michela Volante, Andrea Pomini, Lea Gramsdorff
Café Savoia

h. 18.00 – Gli editori raccontano
Isole, tesori, pirati: Il caso di Elèuthera e DeriveApprodi
Con Luciano Lanza (Elèuthera), Sergio Bianchi, Ilaria Bussoni (DeriveApprodi), Nanni Balestrini
P.zza Savoia

h. 19.00 – Crimini a sud
Questi Banditi.
Con Ugo Dessy, Giovanni Mameli
P.zza S. Sepolcro

h. 19.45 – Questo bandito.
Con Giorgio Pisano, Gianluca Floris, Paolo Pinna
P.zza Savoia

h. 20.30 – Crimini a sud
Gomorra!
Con Roberto Saviano e Fabio Zucchella
P.zza S. Sepolcro

h. 21.30 – Ma l’amor mio non muore?
Igort e Daniela Paba
P.zza Savoia

h. 22.30 – La decima vittima
SikitikiS
Arena Sant’Eulalia

h. 23.15 – Il commissario e il sovversivo
Luciano Lanza, Giancarlo Biffi, Guido Coraddu, Massimo Coraddu, Roberto Ladu, Lorenzo Pes
P.zza Savoia

h. 00. 00 – Dell’amore degli Inediti (ANNULLATO)
Massimiliano Medda e Giorgio Todde
Spazio “Random”

h. 00.15 – Tra fabbrica e padrone
Andrea Melis e Fagundu
Caffè degli spiriti – Bastione Saint Remy

h. 00.45 – In the city
Dj Set – (Frichi, Frisko, Guido Sainas, Conrad, …)
Caffè degli spiriti – Bastione Saint Remy

VENERDI’ 9

h. 17.00 – Libri e libertà: il disegno di Igort
Con Igort, Alessandra Piras, Roberta Rizzati, Daniela Paba
Café Savoia

h. 18.00 – Gli editori raccontano
Maestrale in Italia: qual buon vento?
Con Peppe Podda, Giancarlo Porcu, Francesco Abate, Giorgio Todde
P.zza Savoia

h. 19.00 – Crimini a Sud
Con Marcello Fois, Piergiorgio di Cara, Matteo Bortolotti
P.zza San Sepolcro

h. 20.00 – Liberamente in bianco
La pietra pomice e Lucido sottile
itinerante

h. 21. 30 – Ma l’amor mio non muore?
Nanni Balestrini e Pinuccio Sciola
P.zza Savoia

h. 22. 00 – Le fiamme della libertà
Giulio Angioni, Giulio Landis, Stefano Farris, Nocte Surgentes, Pitano Perra, Roberto Rachel, Fabio Selis, Kal’i-tz’er.
Coordinamento Stefano Rachel.
P.zza S. Sepolcro

h. 23. 15 – Memoria del vuoto
Marcello Fois, Giovanni Carroni, Stefano Ferrari
P.zza Savoia

h. 00.00 – Dell’amore degli Inediti
Cesare Saliu e Luciano Marrocu
Spazio “Random”

h. 00 15 – Dentro (ANNULLATO)
Nicola Adamo e Bande’ap’art
Caffè degli spiriti – Bastione Saint Remy

h. 00. 45 – In the city
Dj Set – (A. Pomini, JD Tiki, Zimbra, …)
Caffè degli spiriti – Bastione Saint Remy

SABATO 10

h. 17.00 – Gli editori raccontano
Meridiano Zero: raccontare il nero
Con Marco Vicentini, Angelo Petrella, Massimo Carlotto
Cafè Savoia

h. 18.00 – Gli editori raccontano
AgenziaX: Punk, Hip Hop e Altre risorse
Con Fabio Zucchella, Caterina Grimaldi, Roberto Vai, Andrea Pomini
P.zza S. Sepolcro

h. 19.00 – Ma l’amor mio non muore?
Maria Giacobbe, Giovanna Cerina
P.zza Savoia

h. 20.00 – Dell’amore degli Inediti
Isella Orchis e Annalisa Ferruzzi
Spazio a scelta

h. 20.30 – Piccola Città
Giuseppe Podda, Dario Cosseddu, Francesca Dell’Orfano, Raffaele Marceddu
Scalette Santa Teresa

h. 21.00 – Ma l’amor mio non muore?
Paco Ignacio Taibo II
P.zza Savoia

h. 22. 15 – Malabocha e la guerra delle parole
Pierpaolo Piludu, Cristina Racca, Roberto Rachel, Fabio Selis
Coordinamento Stefano Rachel.
Arena Sant’Eulalia

h. 22. 45 – Cucina cattiva in tempi buoni
Andrea Perin, Francesco Scanu, Franco Gaudiano
P.zza S. Sepolcro

h. 23. 15 – Chichimeca
P.zza Savoia
Per tutta la durata del festival sarà visitabile la mostra “Il fantasma della libertà” di Gaetano Brundu e Andrea Portas
Spazio P – Vico Barcellona

Gallery