home page - Marina Cafè Noir, Festival di letterature applicate - Cagliari
Il festival - Marina Cafè Noir, Festival di letterature applicate - Cagliari
Passate edizioni - Marina Cafè Noir, Festival di letterature applicate - Cagliari
Gli ospiti - Marina Cafè Noir, Festival di letterature applicate - Cagliari
archivio immagini - Marina Cafè Noir, Festival di letterature applicate - Cagliari
Iscriviti allla newsletter - Marina Cafè Noir, Festival di letterature applicate - Cagliari
contatti - Marina Cafè Noir, Festival di letterature applicate - Cagliari

sardo  inglese  francese  spagnolo

 

<< indietro

Data: 28/05/2014
Marina Cafè Noir 2014 - Non tutto è in vendita

Marina Cafè Noir 2014
Festival di Letterature Applicate
XII Edizione
NON TUTTO E' IN VENDITA

Cagliari
11-14 settembre 2014 

quartiere Marina, Giardino Sotto le Mura, Terrapieno 

L'edizione numero 12 del festival cagliaritano ritorna a settembre.
Libri, teatro, reading, incontri, musica e arte sul tema “Non tutto è in vendita”. 
Venerdì anteprima d'eccezione: il poeta americano Jack Hirschman

Dopo due edizioni invernali, con il vento di dicembre che ha messo a dura prova spettatori e ospiti nelle piazze cittadine ma che ha consolidato il rapporto con il pubblico più affezionato, Marina Café Noir si riappropria di settembre. 
Il festival cagliaritano torna a fine estate per godere senza restrizioni della sua vocazione stradaiola: quattro giorni di incontri, letture, spettacoli, reading, mostre e performance.

Marina Café Noir giunge all'edizione numero 12: era il 2003 quando la squadra di Chourmo presentava, per la prima volta in Sardegna, una rassegna sotto forma di festival letterario, dedicata alla letteratura noir e non solo nella Marina, quartiere storico a ridosso del porto di Cagliari. 
Da allora l'evento ha conquistato l'affetto della città coinvolgendo di anno in anno un numero sempre maggiore di ospiti tra artisti, scrittori, poeti, editori, giornalisti, musicisti ed editori.

Il tema - Filo rosso di MCN 2014 è il tema Non tutto è in vendita: con gli ospiti del festival si rifletterà sull'economia della cultura, le logiche ingiuste che portano a monetizzare le proposte culturali e a calcolare il valore delle idee spesso solo come “indotto” finanziario. Non tutto è in vendita, occorre puntare allora sull'economia delle relazioni, del bene comune e della crescita personale. 

I luoghi - La prima giornata del festival è in programma in Marina, quartiere da sempre propulsore del festival, giovedì 11 settembre. Venerdì 12, sabato 13 e domenica 14 gli appuntamenti si sposteranno nel Chourmo Village allestito tra il Giardino Sotto le Mura e il Terrapieno di Cagliari: uno spazio di confine tra i quartieri Marina, Castello e Villanova di cui i cagliaritani si sono riappropriati solo di recente dopo una serie infinita di lavori. Il Giardino Sotto le Mura ospiterà i due palchi dedicati a reading, incontri e concerti, mentre la passeggiata del Terrapieno accoglierà stand e  punti informativi.

L’anteprima - Un nome d'eccezione per anticipare i quattro giorni di settembre: è l'americano Jack Hirschman, universalmente considerato tra i più grandi poeti viventi al mondo, che sarà a Cagliari ospite di Chourmo venerdì 30 maggio nello spazio culturale “La baracca rossa” in via Principe Amedeo.
 
JACK HIRSCHMAN
Newyorkese, classe 1933, Jack Hirschman è stato professore di inglese all’Università di Los  Angeles dal 1961, ha avuto tra i suoi studenti Jim Morrison, per il quale è stato una fonte d’ispirazione. Nel 1966 fu licenziato perché promotore di una serie di proteste contro la guerra in Vietnam, attività definite “contro lo Stato”. Una di queste fu l’attribuire il massimo dei voti a tutti gli studenti destinati all’arruolamento per aiutarli a sfuggire alla guerra.
Fu molto vicino alla Beat Generation, amico di Allen Ginsberg, Gregory Corso, Bob Kaufman, Martin Matz e di tutti gli altri poeti beat. Da essi prese le distanze, tuttavia, definendo la loro una “rivoluzione borghese”, fatta di droghe e di misticismo orientale. Nel 1953 invia alcuni suoi  racconti a Ernest Hemingway, che gli risponde incoraggiandolo a continuare a scrivere e gli suggerisce alcuni autori da leggere. Anni dopo, in seguito alla morte di Hemingway, la lettera viene pubblicata sui giornali di tutto il paese compreso il New York Times come “Lettera a un giovane scrittore”.
Ha pubblicato più di 100 libri e opuscoli di poesia, e saggi e traduzioni da nove lingue. Da anni è assiduo frequentatore dell'Italia, dove ha instaurato collaborazioni e ha ricevuto diversi premi e riconoscimenti.
 
 
 

Se vuoi sostenere il Festival puoi versare il tuo contributo tramite bonifico all' IBAN IT91 V076 0104 8000 0005 2059 334 c/c 52059334 (BancoPosta) Ass. Cul. Chourmo; o direttamente su PAYPAL anche dal tabacchino all' IBAN IT 64 X 36000 03200 0CA008169702 intestato a Donatella Mendolia per Ass. Cult. Chourmo

 
 
Marina Café Noir è organizzato dall'associazione culturale Chourmo

 

 

Sponsor e Partner 2016

news e aggiornamenti

• 21/02/2018
Marina Cafè Noir - Accademia Popolare

• 04/02/2018
MCN 2018 - Maschere di carta - Fuochi e Simboli della Sardegna Carnascialesca

• 30/01/2018
Marina Cafè Noir 2018, A sud di Nessun Nord - comunicato stampa

• 04/10/2017
Le ultime estati

• 27/09/2017
Giornata Nazionale delle Biblioteche - BiblioPride

Guide bibliografiche

Percorsi e risorse

Ospitalità in città

@MarinaCafeNoir

 

Cookie Policy
Associazione Culturale Chourmo | info@marinacafenoir.it

francescoadamo.it - 2011